L'evoluzione umana si misura con il metro del disinquinamento
logo mio
ARCHITETTURAOFFICE





PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO (PSC)
le misure per la salute e sicurezza da adottare nei cantieri temporanei o mobili


In un cantiere di costruzione, la sicurezza, deve essere pensata nel suo insieme, considerando le condizioni di lavoro che man mano si presentano durante il susseguirsi delle lavorazioni.
 Va da se quindi che le "disposizioni di sicurezza" devono essere conseguenti alla protezione che si vuole ottenere e devono rispondere a determinate indicazioni previste dalle norme in vigore
"D.lgs.81/08 e s.m.i.".
Tutte le valutazioni in merito vanno poi redatte in un -Piano della sicurezza e di coordinamento- "PSC" che rappresenta l'evidenziazione e la presa in considerazione dei rischi che le singole lavorazioni comportano anche nelle loro interferenze.

----------------------------------------------------------------------------------------------------------
Per esempio: durante uno scavo il rischio specifico legato al movimento della macchina scavatrice, mentre il rischio di interferenza evidenziato dal movimento del braccio sopra un possibile passaggio. Ecco che, quindi, se non possibile impedire il passaggio nei pressi dello scavo, neccessario predisporre un presidio di protezione specifico. (tettoia)
-------------------------------------------------------------------------------------------
Tale documento poi allegato al contratto di incarico fatto con l'impresa di costruzione.
Da parte dell'impresa necessario che la stessa abbia redatto il proprio documento di sicurezza interno "POS" e individuato un responsabile, che ricevuto il PSC, attuer tutte le indicazioni contenute nello stesso.


sic 1  sic 2     


COLLEGAMENTI

arch. DE FINA ANGELO  via per S. GIULIANA 5 38056 LEVICO TERME